Bilanci dell’ente

Con il termine generico di bilancio comunale si indicano due diversi documenti.
Il bilancio consuntivo o rendiconto è il documento predisposto dalla Giunta comunale ed approvato dal Consiglio entro il 30 aprile dell’anno successivo a quello cui si riferisce, nel quale sono riportate e certificate le entrate e le spese sostenute dal Comune nell’esercizio finanziario precedente.

Con il bilancio di previsione l’amministrazione comunale definisce invece l’indirizzo politico amministrativo dell’ente, determina gli obiettivi da raggiungere nel breve e nel lungo periodo, cercando di definire la migliore combinazione di attività e risorse necessarie per il raggiungimento degli obiettivi pianificati.
Viene di norma approvato prima dell’inizio dell’anno di riferimento, entro il 31 dicembre dell’anno precedente. Tale termine può tuttavia essere differito con Decreto del Ministero dell’Interno in presenza di motivate esigenze.

La prassi vede infatti in Italia stabilmente prorogato il termine di deliberazione del bilancio di previsione.

Il bilancio si compone del:

Bilancio Annuale, che evidenzia le previsioni finanziarie annuali, nel cui ambito verrà realizzata l’attività gestionale del Comune;

Bilancio Pluriennale, che fornisce il quadro della programmazione finanziaria comunale necessaria per il perseguimento degli obiettivi triennali;

Relazione Previsionale e Programmatica, che Contiene l’illustrazione delle caratteristiche generali della popolazione, del territorio, dell’economia insediata e dei servizi forniti, nonché dei programmi di spesa da perseguire e l’illustrazione dei mezzi necessari per farvi fronte.